MOBI A chi appartiene la tua vita? PDF/EPUB Ê A chi PDF \ ↠ construyamos.co ↠

La cronaca recente ha portato alla ribalta una galassia di temi correlati testamento biologico terapie palliative eutanasia suicidio assistito Un movimento spontaneo e diffuso di protesta civile si è indirizzato contro le più retrive e ciniche interpretazioni della tragedia di Eluana Englaro – pubblicamente fatte proprie da settori della Chiesa e del ceto politico – e contro le incombenti e minacciose restrizioni in materia di testamento biologico Per dar conto delle ragioni di fondo di questo movimento nasce questo libro in cui Paolo Flores d’Arcais discute a fondo tutti i temi in gioco nei loro essenziali aspetti filosofici religiosi e politici e propone della fine vita una visione radicalmente liberaleNe sortisce una strenua difesa della laicità delle leggi dello Stato e dell’elementare diritto civile all’autodeterminazione biologica e un severo attacco al fanatismo ideologico di parlamentari ed ecclesiastici alleati nel sostenere una visione della morte come definitivo spossessamento giusta tortura fisica umiliazione morale In appendice un dialogo sull'eutanasia tra l'autore e il cardinal Dionigi Tettamanzi


11 thoughts on “A chi appartiene la tua vita?

  1. says:

    Si tratta di una raccolta di saggi sul diritto alla morte quindi nel complesso un pò ripetitivo Di taglio militante le argomentazioni sono a mio parere ben motivate Il problema è che seguendo del tutto la sua logica dovremmo accettare il suicidio assistito anche in casi di depressioneLibro che consiglio a tutti gli oscurantisti ratzingeriani eo berlusconiani


  2. says:

    In questi tempi di forti ingerenze vaticane scossi dal recente caso si Eluana Englaro ma anche di Piergiorgio Welby torna sotto i riflettori dell'opinione pubblica e della politica almeno fin quando qualcuno non deciderà il contrario il controverso tema etico della vita e della sua fine a chi appartiene la vita? A chi la vive allo Stato ad una Chiesa?In questo agile libro D'Arcais sviscera con logica stringente le fondamentali posizioni della Chiesa Cattolica e del mondo laico per arrivare a concludere quanto già sottinteso nel titolo del volume la vita non può che appartenere a chi la vive e quindi solo l'individuo stesso può decidere se soffrire quanto soffrire ma soprattutto come e quando morire contro ogni pretesa vaticana o di certa parte politica filo clericaleIl tema è trattato con precisione ma spesso con ripetizioni Questo è il rischio che si corre assemblando un saggio con articoli apparsi su riviste MicroMega nello specifico di cui l'autore è direttore ed interventi in manifestazioni Roma 21 febbraio 2009 Invece molto interessante è il colloquio a fine del libro tra l'autore e il cardinal Tettamanzi che mette in luce più di ogni altra speculazione l'inconsistenza della posizione cattolica sul tema soprattutto quando questa posizione la si voglia integrare in una legge dello stato valida anche per i non cattoliciUn libro da leggere con le riserve esposte


  3. says:

    Raccolta di saggi sul temaPoteva essere organizzato in maniera più organica così com'è non convince del tuttoNon sempre ciò che funziona in un articolo fa lo stesso in un libro